LAURINA PAPERINA - Doomsday

06 ottobre - 10 dicembre 2016

Inaugurazione giovedì 6 ottobre ore 18.30

Il mondo di Laurina Paperina è un continuo rincorrersi di personaggi dei cartoon, del fumetto, dello starsystem del cinema e dell’arte, del videogioco e delle serie TV. L’obiettivo dell’artista è chiaro e dissacrante: assorbire e filtrare tutti questi stimoli attraverso la sua personalissima visione e restituirli a un pubblico più ampio possibile sotto forma d’arte (di qualsiasi forma d’arte: dipinti, disegni, sculture, video e installazioni). E se questo mondo, per una volta, si rovesciasse? E se l’artista, che ha già dato prova di saper predire il futuro, dichiarasse giunto il giorno del Giudizio universale?

Doomsday, la nuova personale di Laurina Paperina, inaugurerà il 6 ottobre 2016 alle ore 18.30 presso lo Studio d’Arte Raffaelli di Trento con un sovvertimento generale di tutte le “regole” dettate fino ad ora dall’artista. Ispirandosi – a modo suo – alle opere di chi, prima di lei, si è cimentato nella rappresentazione del complesso sistema dell’Apocalisse (dai pittori Fiamminghi a Neil Marshall), Paperina reinventa l’Inferno e il Paradiso, collocandovi schiere di Batman e Robin, Micky Mouse, Lupo Alberto, famiglia Simpson, Freddy Kruger, Uomo Tigre, Spiderman, e una folta processione di supereroi e antieroi in attesa di essere traghettati da una parte o dall’altra della galleria, che si trasformerà in un vero e proprio aldilà paperoso tra grandi tele, lavori su carta, video, e l’ultima versione dell’installazione “The Pape Prophecies”. Qui ciascun visitatore potrà ottenere una profezia unica e originale disegnata appositamente dall’artista.

L’inaugurazione sarà accompagnata dal coro “Cantori da Verméi” e per la mostra sarà pubblicato un catalogo con testo di Ivan Quaroni.

Doomsday sarà visitabile fino al 10 dicembre 2016.

Laurina Paperina è nata a Rovereto (TN) nel 1980. Si autodefinisce “una papera con una testa umana”. Dipinge, disegna, crea installazioni, animazioni video e qualche volta fotografa. Ha esposto i suoi lavori in gallerie d’arte, spazi pubblici e musei in Italia e all’estero. Attualmente vive e lavora a Duckland, un villaggio sperduto nell’Universo.