MATT PHILLIPS | La linea invisibile

PALAZZO CONTI MARTINI, MEZZOCORONA
Inaugurazione 30 agosto 2019 | 20:15
In occasione del Settembre Rotaliano

  

 

 

 

 

 

In occasione della ventinovesima edizione della manifestazione “Settembre Rotaliano” a Mezzocorona, per il terzo anno consecutivo Cellar Contemporary presenta la mostra “Terra” nella prestigiosa cornice del Palazzo Conti Martini.

A dialogare con gli antichi arredi e affreschi che ornano il palazzo saranno le opere su tela e i disegni su carta dell’artista americano Matt Phillips, la cui ricerca si concentra sull’astrazione attraverso il colore. Caratteristica formale del suo lavoro è la mancanza delle linee di contorno, sia all’interno delle opere, sia sul bordo, delimitato dall’apparire dello sfondo bianco che lambisce la tela di lino. In quest’assenza di limiti, lo sguardo si perde nelle infinite variazioni cromatiche, che danno vita a esperienze visive oniriche.

È ancora una volta l’armonia il concetto chiave con cui la mostra si inserisce nel contesto della festa del “Principe dei vini”, giocando sull’astrazione e sulla narrazione evocata dai titoli delle opere.

La mostra inaugura venerdì 30 agosto 2019 alle 20:15 presso il Palazzo Conti Martini e si potrà visitare nei seguenti giorni e orari:

30/08 – dalle 20.15 alle 24.00 (opening con visita guidata alle 20:15)

31/08 – dalle 10.00 alle 12.00 / dalle 14.30 alle 23.00 (visita guidata alle 17:30)
01/09 – dalle 10.00 alle 12.00 / dalle 14.00 alle 22.30 (visita guidata alle 17:00)

 

ENGLISH TEXT

On the occasion of the twenty-ninth edition of the "Settembre Rotaliano" event in Mezzocorona, for the third consecutive year Cellar Contemporary presents the exhibition "Terra" in the prestigious setting of Palazzo Conti Martini. The works on canvas and drawings on paper by the American artist Matt Phillips, whose research focuses on abstraction through color. , will dialogue with the antique furnishings and frescoes that adorn the building. The formal characteristic of his work is the lack of contour lines, both inside the works and on the edge, delimited by the appearance of the white background. In this absence of limits, the gaze is lost in the infinite chromatic variations, which give life to oneiric visual experiences. Once again harmony is the key concept with which the exhibition fits into the context of the "Prince of Wines" festival, playing on abstraction and narrative evoked by the titles of the works.
 

INSTALLATION VIEW

 
 
 
 
 
 
 
Matt Phillips | La linea invisibile, Palazzo Conti Martini, Mezzocorona (TN), Installation view con le opere di Matt Phillips (Studio d'Arte Raffaelli). VAI ALLE OPERE