Seleziona una pagina

Ray Smith

About

Ray Smith
Nasce nel 1959 a Brownsville, in Texas

Ray Smith è nato nel 1959 a Brownsville, in Texas, e attualmente vive e lavora a New York e Cuernavaca (Messico). Studiò pittura su affresco con artigiani tradizionali in Messico e frequentò diverse accademie d’arte in Messico e negli Stati Uniti. Dal 1985, ha diviso il suo tempo tra New York e Cuernavaca, in Messico. Il suo stile inimitabile riflette la sua eredità bi-culturale americana e messicana. Contorte figure umane si ripetono in tutte le sue opere, così come le immagini di cani e altri animali antropomorfizzati. Attraverso questi esseri Smith riflette sulle complessità e assurdità della società, della famiglia, della politica, della cultura, della guerra e della condizione umana in sé, incorniciata da nasciata e morte. Il lavoro di Smith è stato ampiamente esposto negli Stati Uniti e in Messico, così come in Giappone, Europa e Sud America. Ha esposto alla Biennale del 1989 al Whitney Museum of American Art di New York; la prima Triennale di disegni della Fondazione Joan Miro a Barcellona, ​​in Spagna; e il Museum of Modern Art, New York City. Durante gli ultimi due decenni, Smith ha avuto 50 mostre personali. I dipinti di Smith sono nelle collezioni del Whitney Museum of American Art; Brooklyn Museum of Art; e Metropolitan Museum of Art, tutti a New York City; High Museum of Contemporary Art, Atlanta, Georgia; Museo di arte contemporanea di Houston, Texas; Miami Art Museum, Florida

Ray Smith
Pillow, 2016
Olio su tela e cornice dell’artista
58 x 73 cm

Ray Smith
Tell the kids, 2017
Acquarello su carta
30 x 40 cm

Ray Smith
Grain 3, 2016
Olio su tavola e cornice dell’artista
51 x 40 cm

Ray Smith
Crawl, 2016
Olio su tela e cornice dell’artista
58 x 73 cm

Ray Smith
Tell the kids, 2017
Acquarello su carta
30 x 40 cm

Ray Smith

Toss and Tumble

Studio d’arte Raffaelli

15 dicembre 2016 – 31 marzo 2017

Ray Smith

Studio Visit

 Lo Studio d’Arte Raffaelli entra negli studi dei suoi artisti compiendo un’incursione tra i progetti futuri e le preziose chicche del passato. Luoghi ibridi e ricchi di contaminazioni, gli studi degli artisti ne restituiscono un ritratto complessivo e rivelano lati nascosti del lavoro creativo.